West Ham FC

I martelli di Newham vi aspettano nella parte est di Londra per farvi vedere cosa significa il tifo, la dedizione alla maglia e il senso di appartenenza. Chissà, forse i martelli simbolo della squadra sono stati scelti all’atto della sua creazione, quando nel 1895 il direttore di un cantiere navale iscrisse gli operai che giocavano a calcio nella squadra del dopolavoro aziendale alla London League. Delle origini davvero affascinanti, una squadra che nasce dal cuore della popolazione inglese. Già l’anno dopo il West Ham militava in seconda divisione e fu necessario ingaggiare dei giocatori professionisti per renderla competitiva per la prima divisione. Ancora oggi i tifosi usano il soprannome Irons, in onore a quello che fu il primo nome della squadra, il Thames Ironworks FC.

 La squadra non ha mai visto un titolo nazionale, nonostante questo i tifosi non mancano, e neanche i riconoscimenti: può vantare tre vittorie in FA Cup in campo nazionale e in Coppa delle Coppe nel 1964/65 in ambito internazionale. La squadra granata e azzurra, insieme a Saragozizia, Bayer Leverkusen e Parma, è una delle quattro squadre europee ad aver vinto una competizione ufficiale dell’ UEFA, senza mai avere vinto il titolo nazionale.

I derby contro il Chelsea e il Tottenham sono molto accesi, anche se la rivalità più sentita è contro il Millwall. Una delle canzoni che i supporters del West Ham amano cantare prima/dopo
la partita è  “I’m forever blowing bubbles” che quando è cantata da tutto lo
stadio fa venire la pelle d’oca dall’emozione!!

Lo stadio è da un paio di anni l’Olympic Stadium di Stratford.  Durante il tour è possibile visitare la sala stampa, gli spogliatoi dei giocatori, passare attraverso il tunnel che conduce al campo da gioco e vedere lo stadio e sedersi sugli spalti.

Sapevate che il West Ham ha una squadra di calcio femminile che milita in prima divisione? Quindi con una sola visita potete vedere lo stadio della squadra maschile e femminile del West Ham, e dove si allenano gli atleti che gareggeranno alle competizioni internazionali per l’Inghilterra. Quindi perché non fare un bel tour dello stadio, con qualcuno che può raccontare tutte le curiosità legate .