Il London Eye

Guardare la città dall’alto, cambiare prospettiva, scoprire il Tamigi che scorre apparentemente placido sotto di voi e London Bridge attraversarlo possente, vedere il Big Ben ergersi tra le costruzioni di Londra e il Buckingham Palace in tutta la sua grandezza, provare l’ebbrezza di stare all’interno di una capsula trasparente a 135m di altezza.

Salire sul London Eye è un’esperienza che vi permetterà di portarvi a casa una nuova percezione di Londra, dei suoi spazi e delle sue attrazioni.

Il London Eye, chiamato anche “Millenium Wheel” (visto che è stato inaugurato il 31 dicembre del 1999) o anche “Coca Cola London Eye” (dato che dal 2015 la famosa bevanda pubblicizza l’attrazione), è la ruota panoramica più alta d’Europa e fino al 2006 ha detenuto il record mondiale. La skyline di Londra si dipanerà davanti ai vostri occhi, man mano che la ruota salirà potrete vedere i vari quartieri della città, fino ad avere una completa visione a 360° sulle bellezze di Londra.

Il giro dura circa 30 minuti e la capienza delle capsule può contenere fino a venti persone e l’intera struttura può ospitare fino a ottocento persone contemporaneamente.

Potete decidere di acquistare il biglietto standard direttamente online, ma se avete poco tempo per visitare la città’ vi consigliamo di evitare la fila tramite un biglietto skip-the-line.

Le capsule, volendo, possono essere prenotare per una cena di lavoro, o magari per una insolita dichiarazione d’amore (chi lo dice che solo Parigi può essere romantica?).

Il London Eye è un monumento relativamente giovane, ma è già diventato uno dei simboli della City, grazie soprattutto al suo impatto sulla macchina da presa: sono diversi i film che vedono comparire sullo sfondo la famosa ruota panoramica, a partire da “Harry Potter e l’ordine della fenice”, “Cars 2” e “Austin Powers in Goldmember”; per non parlare dei video musicali: compare in “Aftermath” dei R.E.M e in “The flood” dei Take That. È diventato anche protagonista di un romanzo giallo per ragazzi, “il mistero di London Eye, di Dowd Siobhan, uscito nel 2007. Insomma, in poco meno di venti anni è entrato nella cultura pop e nell’immaginario collettivo di tutto il mondo, come perdersi una visita?

Consigliamo di combinare la visita del London Eye con un giro in crociera o con il Sea-Life ed altre attrazioni tramite il London Pass: